Mulino e Derrate

Le derrate sono Prodotti della terra o più specificatamente merci per uso alimentare sia per uomini che per animali.

La disinfestazione da Insetti delle derrate è un’operazione che deve essere svolta da personale specializzato in grado di predisporre di accurati piani di controllo delle derrate alimentari e degli stessi luoghi di produzione e Stoccaggio come caseifici, pastifici, macelli e i grandi centri di distribuzione delle marci per uso alimentare.

Gli Insetti Infestanti delle derrate possono danneggiare sia in modo diretto con la sottrazione di Prodotto dalle derrate alimentari, sia in modo indiretto depositando uova ed escrementi che rendono le derrate inutilizzabili o deprezzabili.

Pertanto, l’operazione di controllo si basa principalmente su:

informazione e conoscenza degli Insetti, del loro aspetto e della biologia, delle abitudini e comportamento delle specie più Infestanti delle derrate

conoscenza degli strumenti di ricerca e monitoraggio per verificarne la presenza

conoscenza dell’ industria alimentare, della Manutenzione degli impianti, dei programmi di pulizia e sue modalità di esecuzione, clima interno quindi temperatura e umidità.

La corretta classificazione della specie infestante è fondamentale per comprendere la tipologia dell’infestazione delle derrate alimentari.

Gli operatori per la prevenzione e il controllo dalle infestazioni delle derrate alimentari quindi, devono essere in grado di stabilire con certezza provenienza e tipologia dell’infestazione:

se l’infestazione viene dall’esterno: avviene quando le misure di protezione non sono nelle condizioni di impedire l’entrata di Insetti Infestanti delle derrate (lame d’aria, zanzariere, porte doppie, fori di passaggio delle condotte dei servizi, sifoni ecc.).

Se l’infestazione avviene all’interno: questo accade quando all’interno dell’azienda vi sono condizioni favorevoli per lo sviluppo degli Insetti Infestanti delle derrate.

Se l’infestazione avviene in modo occasionale: questo tipo di infestazione in genere è causata da Insetti portati dall’esterno tramite altre materie prime già contaminate, da personale o altro entrate nell’azienda.

Le specie più Infestanti appartengono alle specie dei ditteri, lepidotteri, coleotteri, aracnidi.

Morfologia, biologia e abitudini dei principali Insetti Infestanti delle derrate:

Tignola del grano (lepidottero) sitotroga cerealella: la troviamo in tutto il mondo, e soprattutto in zone calde e temperate, a seconda delle condizioni ambientali e alimentari può avere da 1 a 5 generazioni. E’ un’infestante delle derrate di orzo, frumento, riso, mais e avena. Ha l’aspetto di una farfalla con ali giallastre con un’apertura di 12-15 mm.

Tignola grigia (lepidottero) ephestia kuehniella: è diffusa in tutto il mondo e anche in italia; sono le larve che attaccano e infestano le derrate di farina. L’Insetto adulto è una farfallina di colore grigio lunga circa 10-14 mm. Sono solo le larve che si nutrono di grano e suoi derivati, semola, spezie, frutta secca, ed è l’Insetto che più infesta i mulini. Ha un ciclo di 60-90 giorni a una vita da adulta di 15-30 gg. e anche questo lepidottero, in condizioni ambientali e alimentari favorevoli, può dare da 1 a 5 generazioni.

Tignola della farina (lepidottero) pyralis farinalis: diffusa in tutto il mondo, ama gli ambienti umidi con presenza di Muffe, infatti, la sua presenza è indice di cattiva Manutenzione dei magazzini e depositi. Questo lepidottero ha l’aspetto di una farfallina con un’apertura alare di 15-30 mm, le ali anteriori di colore bruno sono maculate e bruno chiare nella fascia intermedia mentre, nella parte posteriore, sono di colore fumo. Questo lepidottero, dal nome stesso, è uninfestante delle derrate della farina.

Tignola fasciata (lepidottero) plodia interpunctella: diffusa in tutta Italia e in tutto il mondo. Il suo habitat sono i mulini, i derrate di cereali, panifici e pastifici magazzini e industrie. L’Insetto adulto che si presenta come un farfallina di colore grigio e bruno, hanno un’apertura alare di 15-20 mm e ha un ciclo di vita che, a seconda delle condizioni alimentari, e della temperatura ambientale, va da 25 a 130 giorni, mentre la vita dell’adulto è breve e va dai 5 ai 15 giorni durante i quali non si nutre. Le larve si nutrono di una varietà di sostanze alimentari: Prodotti farinacei, frutta, carne secca, Prodotti vegetali oleaginosi, noci, dolciumi, cacao e suoi derivati e mangimi per animali. Sono ben riconoscibili dalle tele sericee che tessono, inoltre sono i lepidotteri che più infestano le derrate alimentari, i magazzini e le industrie alimentari.

Cappuccino (coleottero) Ryzopertha dominica: Viene da zone tropicali e teme le temperature basse anche se è riuscito ad adattarsi anche a climi più freddi. L’Insetto adulto vive 6-7 mesi, di colore rosso bruno ha una lunghezza di 2,5-3 mm, e lo si distingue da uno sviluppato protorace che ricopre il capo. E’ un infestante delle derrate di cereali, mulini, pastifici e panifici, e le sue larve si nutrono di cariosside di frumento, orzo, mais, riso, frutta secca in guscio, dolciumi e anche legno.

Tarlo del tabacco (coleottero) Lasioderma serricorne: è un infestante delle derrate di tabacco e di spezie, le larve si nutrono anche di farinacei; il ciclo vitale ha una durata che varia dai 30 ai 90 giorni, mentre la vita dell’Insetto adulto, relativamente breve, va dai 15-30 giorni è di colore rosso-bruno e corpo e testa formano un corpo unico, ha ali e vola.

Anobio del pane (coleottero) Stegobium paniceum: anche questo è un Insetto che attacca le derrate alimentari, mulini, panifici e pastifici, ma le larve si nutrono di tutte le sostanze secche di origine vegetale e animale ma, nella sua dieta, sono compresi anche libri e manoscritti. Il ciclo vitale ha una durata che va da 2 a 4 mesi. L’adulto lungo circa 2.5-3 mm è di colore bruno scuro, vola e vive dai 5 ai 50 giorni.

Struggigrano (coleottero) Tenebroides mauritanicus: diffuso in tutta Italia, è un infestante di derrate di grano e farina, non ama la luce e il suo habitat sono i magazzini e i depositi di grano. L’adulto è lungo circa 3 mm e di colore bruno scuro. Le larve si nutrono del germe dei cariossidi penetrandovi nella parte più profonda. Ai fini della disinfestazione delle derrate e dei magazzini è importante conoscere che le larve dello struggigrano si annidano anche nel legno degli impianti.

Trigoderma (coleottero) trigoderma granarium: è il più pericoloso Insetto infestante delle derrate alimentari di cereali e degli stessi magazzini, conosciuto a livello mondiale e sopratutto nelle zone tropicali dove, grazie al clima favorevole, arreca i maggiori danni. Le larve note per la loro voracità, si nutrono di farina, farine proteiche, semi oleosi, cereali in granella; inoltre le larve sono molto dannose per le spoglie che lasciano e che inquinano gravemente le derrate alimentari. L’Insetto adulto lungo 2-3 mm, di colore bruno, vive, a seconda del clima, dai 5 giorni fino a diversi mesi, non si nutre molto e vola di rado. Il ciclo vitale dura 30 giorni ma, essendo molto proliferi, le larve sono molto Infestanti.

Punteruolo (coleottero) Sitophilus granarius: diffuso in tutto il mondo ma in particolare nelle zone più temperate. E’ infestante delle derrate di cereali, frumento e segale ma anche delle paste alimentari. Essendo un insetto molto prolifero provoca molti danni alle derrate dei magazzini e dei depositi alimentari, soprattutto dei silos di cereali. L’insetto adulto sprovvisto delle ali metatoracice, non vola e ha una lunghezza di 3-4 mm, di colore bruno grigio con corpo allungato. Possiamo distinguere dal tipo di alimentazione: il punteruolo del grano, il punteruolo del riso, il punteruolo del mais.

Moscerino dell’aceto (dittero) Drosophila: infestante delle derrate delle industrie enologiche, della birra e dei succhi di frutta. Il suo habitat sono infatti le sostanze in fermentazione dove depone le uova, sono molto proliferi e le larve si alimentano preferibilmente di lievito.

Mosca domestica (dittero): anche la Mosca domestica appartiene agli Insetti Infestanti delle derrate alimentari, in modo particolare nelle industrie e magazzini di Prodotti dolciari, succhi di frutta, e industrie di lavorazione di carni e insaccati. Le Mosche domestiche sono molto nocive per le loro abitudini di alimentazione che vanno dal liquame di qualsiasi derrata di origine animale o vegetale, anche in decomposizione, ai liquidi zuccherini, escrementi, depositi organici in decomposizione ecc. divenendo cosi veicolo di pericolosi batteri patogeni.

Acaro della farina (Aracnidi) acarus siro, acarus immobili, acarus farris: li troviamo solitamente in campagna e vivono generalmente in nidi di Uccelli, nelle tane dei Topi, ma sono Infestanti anche delle derrate di frumento, cereali non lavorati, mangimi per i polli, e farine e sono particolarmente pericolosi e dannosi per i mulini. La presenza di grandi infestazioni Acari della farina nelle derrate alimentari causa odori sgradevoli dovuti a escrementi e spoglie che liberano nel materiale, rendendolo inutilizzabile e non solo, la loro presenza causa malattie e dermatiti.

Tyrophagus putrescentiae (Acarnidi): dal nome stesso questo Acaro è tra i più dannosi per le derrate alimentari, il suo habitat sono quei Prodotti ricchi di grassi e proteine come formaggi, prosciutto, semi di lino, arachidi, polvere di uova. Anche in questo caso, la presenza di grande infestazione delle derrate alimentari causa odori sgradevoli, malattie e dermatiti rendendo così il materiale infestato inutilizzabile.

Gli Insetti che infestano le derrate sono una gran varietà come altrettanto varie sono le derrate attaccate, dalle farine ai cereali al legno ai materiali deperibili. Il principale problema che ne favorisce la comparsa e l’infestazione delle derrate è l’igiene nelle industrie, durante la lavorazione lo Stoccaggio e l’immagazzinamento.

Contattateci senza impegno per una Consulenza e/o Preventivo GRATUITO.